battement jeté

Battement Tendu Jeté

Battement Tendu Jeté Il battement tendu jeté è la veloce e dinamica proiezione di un piede da una posizione chiusa (I o V) in una delle tre direzioni (avanti, di lato, dietro) all’altezza di 45° circa (in velocità l’altezza sarà inferiore). Il movimento si conclude con il ritorno nella posizione di partenza. La funzione di […]

La Sylphide

La Sylphide La Sylphide è uno dei balletti più famosi, se non addirittura il capostipite del balletto romantico, chiamato anche ballet blanc per le sue connotazioni estetiche. Il libretto è di Adolphe Nourrit e, nella prima versione, la musica è di Jean Schneitzhöffer e la coreografia di Filippo Taglioni. La prima rappresentazione si tenne il […]

tendu

Battement tendu

Nella terminologia della danza classica, è chiamato battement il movimento di apertura della gamba, in una qualsiasi direzione, e il suo rientro verso la gamba portante. L’apertura della gamba può avvenire da una posizione tesa o da una posizione piegata a una tesa e il rientro della gamba può essere sia teso che piegato. Ogni […]

relevé

Relevé

Relevé Letteralmente parlando, il termine relevé nella danza classica accademica ha un doppio significato: ° Salire sulla mezza punta o sulla punta, su due o un piede; ° Sollevare una gamba tesa in qualsiasi direzione ad una differente altezza. Entrambi i tipi di relevé si possono eseguire in tutte le posizioni.   1. Salita sulla […]

Demi-plié e Grand plié

Il demi-plié (mezzo piegamento delle ginocchia) e il grand plié (piegamento grande delle ginocchia) sviluppano nei danzatori i legamenti delle ginocchia, delle caviglie ed il tendine d’Achille. Hanno un ruolo fondamentale nella danza classica, e non solo! Lo studio dei pliés inizia sin dal primo anno di studio e viene eseguito con due mani alla […]

Le spectre de la rose

Le spectre de la rose Le spectre de la rose è un balletto in un atto creato per i Ballets Russes di Serge de Diaghilev. La coreografia è di Michel Fokine, la musica di Carl Maria von Weber, scene e costumi di Léon Bakst. La prima rappresentazione fu al teatro di Montecarlo il 19 aprile 1911. […]

Piedi e gambe en dehors

En dehors e en dedans

En dehors e en dedans Con il termine en dehors (in fuori), si intende il movimento di rotazione esterna dell’anca capace di modificare l’orientamento dell’intero arto inferiore, in modo che le dita del piede si trovino a guardare lateralmente e non in avanti. Questo atteggiamento è alla base di tutti i movimenti della danza classica […]

danza classica

L’épaulement

Prima di parlare di épaulement è sicuramente fondamentale parlare dell’importanza  da rivolgere, nella danza, alla testa, al viso e allo sguardo. Infatti il movimento della testa, così come l’espressione del viso, hanno un ruolo primario nella danza, non solo nella danza classica. In quest’ultima, sicuramente, senza una giusta rotazione ed inclinazione del viso nessuna posa […]

1455908_657878904315450_5846634925356566492_n
anbeta

Danza e disciplina

Oggi voglio parlare dell’importanza della disciplina. Quante cose racchiude questa parola? Regole da rispettare, educazione, obbedienza, ordine, rispetto, rigore. La danza rispecchia tutto questo ed ecco perché è così importante per lo sviluppo di un giovane allievo. Lo prepara, non solo tecnicamente ma anche ad affrontare la vita con disciplina. L’aspetto didattico della danza cammina […]

La bella addormentata
La bella addormentata
1c3753cd22499bbb286a97f3d2008c8e-horz1-200x165-200x1651-200x165-200x165-1-200x165-1-200x165

La bella addormentata

La bella addormentata La bella addormentata è il secondo dei tre balletti di Pëtr Il’ič Čajkovskij. Il libretto fu scritto interamente dal principe e sovrintendente dei Teatri Imperiali di San Pietroburgo Ivan Vsevolozhsky, mentre la coreografia venne affidata a Marius Petipa. La prima rappresentazione di questo balletto ebbe luogo il 3 gennaio 1890 presso il […]